Nuova immagine COSMO-SkyMed e nuovo interferogramma de L’Aquila


Il team di COSMO-SkyMed ha elaborato una nuova ripresa radar sovrapponendo le immagini acquisite il 22 Marzo e il 9 Aprile. Con l’analisi di change detection, basata sull’attribuzione di falsi colori ai dati pre e post sisma, è stato possibile ricavare una mappa satellitare della città di L’Aquila dove sono distinguibili le aree maggiormente danneggiate dal sisma.

clicca sullimmagine per la versione Hi-Res

area Basilica di Collemaggio

In blu le zone con possibili presenze di danni.

Immagine in versione Hi-Res (10 MB)

Con una elaborazione dell’immagine COSMO-SkyMed, ho messo in risalto le zone in blu relative ai possibili crolli ed ho provato una sovrapposizione, in Google Earth, con l’immagine satellitare GeoEye del 7 Aprile.

crolli_aquila

Qui per visualizzarla in Google Earth (1,88 MB)

Inoltre EGEOS, società ASI/Telespazio, il 10 Aprile ha processato il nuovo inteferogramma, che si basa su immagini di una stessa zona geografica acquisite con gli stessi angoli di vista, in tempi diversi, allo scopo di misurare, in questo caso, le deformazioni della superficie terrestre. Dalle analisi interferometriche le maggiori deformazioni risultano di 15 cm di spostamento.

Annunci

Mappa e immagine satellitare del terremoto in Abruzzo


Il team di Google Earth and Maps pubblica sul suo blog l’immagine IKONOS acquisita dal satellite GeoEye e aggiornata al post sisma del 6 aprile.

crolli a L'Aquila

crolli a L'Aquila

Salvando il kml in “Luoghi personali” di Google Earth, l’immagine sarà aggiornata da Google quando saranno disponibili nuove coperture satellitari.
Qui il link della pagina di Google.it dedicata al terromoto in Abruzzo dove è possibile consultare la mappa della situazione e dei soccorsi, o se preferisci puoi scaricarla in Google Earth da qui in modo da avere la sovrapposizione con l’immagine aggiornata del satellite GeoEye.
Onna

Onna

Anche l’Agenzia Spaziale Italiana ha acquisito le prime riprese dai satelliti di COSMO-SkyMed, elaborando una composizione di due acquisizioni in modalità Spotlight (10 x 10 km) prima e dopo il sisma, rispettivamente il 22 marzo e la mattina del 7 aprile. Utilizzando la tecnica dei falsi colori evidenziano alcune modificazioni provocate dal sisma a edifici e infrastrutture.
cosmoskymed_laquila
Qui l’articolo dell’ASI

Le coordinate geografiche WGS84 degli 8101 comuni d’Italia


comuni_point

Il progetto GeoNames è una banca dati geografica, disponibile gratuitamente sotto licenza Creative Commons. Alcuni numeri dell’archivio: oltre 8 milioni di nomi geografici; 6,5 milioni di entità topografiche; 2,2 milioni di centri abitati.

Grazie a questi dati, è stato possibile estrarre le coordinate geografiche WGS84 (sistema utilizzato dal GPS), di tutti i comuni italiani e convertirle in formato KML per Google Earth.

comuni_GE

Visualizza in Google Earth i Comuni raggruppati per Regione:

La mappa dei confini amministrativi degli 8101 Comuni d’Italia al 2001


Grazie ai dati dei confini amministrativi dei Comuni d’Italia in formato shapefile forniti gratuitamente dall’Istat, ora possiamo visualizzarli su Google Earth ordinati per Regioni. I dati cartografici sono relativi al censimento della popolazione 2001 nel sistema di riferimento ED_1950_UTM zona 32 e sono stati semplificati nelle forme geometriche, per renderli disponibili da utilizzare agevolmente per la creazione di cartografia simbolica o di riferimento a livello nazionale.

comuni

icon_xlsPopolazione residente censimento 2001 Istat

Visualizza in Google Earth i limiti amministrativi dei Comuni raggruppati per Regione:

Fonte dati: Istat – Istituto nazionale di statistica